#ioleggoilromanzostorico – Approfondimento – Quanto guadagnavano i pirati?

Cari lettori,

per uno scrittore di romanzi storici la parte più affascinante del proprio lavoro è quella della ricerca. Se poi si scrivono romanzi storici è un attimo perdersi fra antichi documenti, notizie e curiosità.

 Per le ricerche dei miei romanzi mi sono addentrata nel mondo dei pirati del XVIII e ho avuto modo di raccogliere un sacco di informazioni su quell’epoca e sui capitani pirata realmente esistiti, in particolare sulla figura di John “Bartholomew” Roberts.
Il pirata in questione gode di poca fama nell’immaginario collettivo, eppure è stato uno dei capitani di maggior successo. In tre anni di attività ha catturato circa quattrocentocinquanta vascelli e, ad un certo punto della sua
carriera, si è ritrovato a comandare tre velieri e oltre trecento uomini e la sua ammiraglia, la “Royal Fortune“, era armata con quaranta cannoni.
La prima domanda che mi sono posta studiando la vita di un personaggio del genere è stata: quanto avrà guadagnato catturando tutte queste navi? Mi sono imbattuta così in questo interessante articolo pubblicato nel 2008 dalla rivista Forbes: Top-Earing pirates, la classifica dei pirati stilata in base al loro bottino.
Prima di svelarvi la classifica, però, facciamo un passo indietro. Nella fantasia di tutti, quando si parla di pirati, si pensa a bottini carichi di oro, argento e pietre preziose. La realtà era ben diversa. Merci, pezzi di ricambio, schiavi, vestititi… le navi venivano spogliate di ogni cosa utile. Se si voleva guadagnare bene, occorreva mettere a segno colpi temerari, come ad esempio catturare i velieri di ritorno in patria poichè, dopo aver scaricato le merci e gli schiavi, caricavano oro e merci più preziose per la nazione d’origine.
Gli spagnoli e i portoghesi per prevenire gli attacchi idearono il sistema delle cosiddette “flotte del tesoro”.
Questi convogli composti da numerose imbarcazioni seguivano principalmente due rotte. La prima era quella dei Caraibi: Siviglia, Portobello, Veracruz e Cartagena. La seconda era quella delle Filippine e seguiva la
rotta Manila- Acapulco.
Queste flotte trasportavano in patria le merci, l’oro e le pietre preziose che gli spagnoli estraevano nelle miniere del Sud America.  Catturare una di queste navi era un’impresa ardua e assai pericolosa se si tiene conto del fatto che la maggior parte dei capitani pirata avevano a disposizione piccole imbarcazioni e ciurme esigue che contavano tra le quindici e le trenta persone.
Roberts è stato un capitano temerario. Uno dei suoi primi colpi dopo aver assunto il comando è stato proprio quello di catturare la Sagrada Familia, un veliero portoghese che faceva parte di una di queste flotte. eppure, nonostante questo grande colpo e tutti i vascelli catturati, Roberts si trova solo al quinto posto di questa classifica. Barbanera si classifica decimo, preceduto dal famosissimo Henry Morgan.

Chi troviamo al primo posto? Samuel Bellamy, detto Black Sam. Il pirata filosofo, conosciuto per non essere eccessivamente crudele con le vittime. Il suo equipaggio era composto da numerosi neri e nativi a cui aveva ridato la libertà. Era anche soprannominato il principe dei pirati, o il pirata Robin Hood ma il suo regno durò poco più di un anno. 
Il colpo che gli ha permesso di essere il primo in classifica? La cattura della Wydah Gally, un veliero inglese che, dopo aver scaricato gli schiavi, ritornava in patria con un carico di oro e pietre preziose.
Dopo aver trasformato la Wydah nella sua ammiraglia e progettando di ritirarsi dalla vita piratesca, Bellamy e la sua flotta furono investiti da una tempesta e naufragarono.

Ed ecco la classifica con i valori convertiti in euro con il cambio del settembre 2008, quando è stato pubblicato l’articolo. Insomma a vedere queste cifre direi che, in fondo in fondo, non era male fare il pirata!
1.      Samuel “Black Sam” Bellamy
 €   84.293.340,83
2.    Sir Francis Drake
 €   80.781.118,29
3.    Thomas Tew
 €   72.351.784,21
4.    John Bowen
 €   28.097.780,28
5.     Bartholomew “Black Bart” Roberts
 €   22.478.224,22
6.    Jean Fleury
 €   22.127.001,97
7.     Thomas White
 €   11.239.112,11 
8.    John Halsey
 €     9.131.778,59
9.    Harry Morgan
 €     9.131.778,59
10.                       Edward “Blackbeard” Teach
 €     8.780.556,34
11.  Samuel Burgess
 €     6.673.222,82
12.Edward England
 €     5.619.556,06
13.Francois le Clerc
 €     5.268.333,80
14.Howell Davis
 €     3.161.000,28
15. Stede Bonnet
 €     3.161.000,28
16.Richard Worley
 €     2.458.555,77
17. Charles Vane
 €     1.615.622,37
18.Edward Low
 €     1.264.400,11
19.John Rackam
 €     1.053.666,76
20.                     James Martel
 €     1.053.666,76